INFRASTRUTTURE

Si apre la porta a Sud di Israele

Il nuovo aereoporto di Ramon nel Negev viene a sostituire i due aereoporti esistenti di Eilat City e Ovda

Asia Ruffo di Calabria

17 GIUGNO 2019
hub, aeroporto, israele, infrastrutture, innovazione, progettazione e architettura

Il nuovo Ilan and Asaf Ramon International Airport di Eilat è stato aperto ufficialmente  a nord della città di Eilat il 21 gennaio 2019 ma è solo dal 2 Aprile che è iniziato il traffico dei voli internazionali.

 L'edificio del Terminal dell'Aeroporto è stato progettato da Amir Mann-Ami Shinar e Moshe Zur Architects  e gestirà 2 milioni di passeggeri fino ad arrivare a 4 milioni  entro il 2030. Il terminal è dotato di tutti i principali servizi di un moderno terminal aeroportuale.


L'aeroporto si estende su 506 ettari di terra arida ed è caratterizzato da facciate avvolte da  pannelli di alluminio bianco, faccette luminose  che Amir Mann-Ami Shinar Architects e Moshe Zur Architects riprendono dalle formazioni rocciose del deserto. Pareti vetrate e cortili ricoperti di vetro si affacciano sul del deserto circostante l'edificio e illuminano il terminal di luce naturale senza bisogno di lucernari.

 "Nel progettare l'aeroporto, ci siamo ispirati allo scenario del deserto, ricercando le soluzioni di design più adatte al paesaggio e al clima esistenti", ha spiegato il responsabile del progetto Amir Mann. "Il nostro obiettivo era quello di non entrare in contrasto con il vuoto schiacciante del sito, creando un luogo che accogliesse i passeggeri in partenza e in arrivo, lasciando loro intatta l'esperienza dell'unicità dell'ambiente del deserto. Proprio come le rocce sono modellate dai movimenti naturali del vento e dell'acqua, il volume opaco del terminal è stato intagliato dai movimenti naturali del traffico passeggeri agli ingressi e alle uscite, dalle divisioni tra arrivi e partenze, e tra i check-in e le sale d'imbarco. "

Il terminal è  affiancato da due strutture in acciaio lunghe 300 metri che nascondono edifici per uffici, magazzini e strutture di servizio, oltre a spazi per veicoli operativi e per la gestione dei bagagli.

Si apre così un nuovo e straordinario accesso internazionale per  la parte meridionale di Israele e il Mar Rosso. Tutti i voli interni verso il vecchio aeroporto di Eilat City da Tel Aviv e Haifa passeranno ora al nuovo aeroporto di Eilat Ramon, mentre l'aeroporto inizierà anche a gestire voli low cost e charter dall'Europa che attualmente atterrano nell'aeroporto di Ovda.

La nuova struttura si trova a soli 18 km a nord di Eilat e  sarà servita da un collegamento ferroviario,  per il momento attuato mediante navette dall'aeroporto di Ramon a Eilat per un viaggio di 10 minuti verso la città sul Mar Rosso.

Grazie alla sua posizione, l'aeroporto di Ramon è anche  porta di accesso per la Giordania meridionale, compresa la località di Aqaba, e le aree di Wadi Rum e Petra, nonché l'area Taba del Sinai, in Egitto. Dall'aeroporto di Ramon  sono previsti collegamenti in navetta sia verso la Giordania che verso l'Egitto, per cui  il nuovo aeroporto acquisisce il ruolo di vero e proprio hub regionale.

 

 

t

o

p