INFRASTRUTTURE

Ri-progettare la città: il ruolo delle infrastrutture sostenibili

in anteprima un estratto dell'articolo che uscirà sul prossimo numero del nostro magazine a firma di NET Group, pioniere dell'applicazione del protocollo per le infrastrutture sostenibili Envision in Italia

Stefano Susani e Jeffrey Seeck

30 APRILE 2019
sostenibilità, infrastrutture, envision, energia, risorse, comunità e net group

La concentrazione di persone e dei processi economici che definisce la condizione urbana presuppone un flusso continuo e affidabile di risorse. Questa è una delle ragioni per cui, come NET Group, abbiamo creato un blog dedicato ai flussi (Flows, flowsmag.com). Riteniamo che la pianificazione urbana e lo sviluppo delle infrastrutture siano saldamente intrecciati. La pianificazione determina gli utenti finali e quindi la domanda di servizi e risorse a cui l'infrastruttura deve rispondere. D'altra parte, i requisiti di spazio e la distribuzione delle infrastrutture e delle reti influenzano la configurazione delle aree urbane e la morfologia del tessuto urbano.

La pianificazione urbana e lo sviluppo delle infrastrutture devono procedere in parallelo per garantire efficienza, elevati standard di vita e resilienza. All'interno delle strategie urbanistiche, il mix e la distribuzione degli usi del suolo, il grado di densità rispetto allo spazio aperto e la quantità di centralizzazione rispetto al decentramento, devono essere negoziati in termini di corrispondenti criteri per l’infrastruttura, per esempio attraverso la domanda di servizi, la gerarchia e la distribuzione del sistema, l'efficienza e l'efficacia, la supply-chain e la messa in opera delle reti.

I sistemi infrastrutturali sono concepiti principalmente per offrire servizi di approvvigionamento che coprano richieste specifiche di energia, acqua, cibo, mobilità, informazione, ecc. Tuttavia, i processi complessi ed eterogenei alla base della fornitura di servizi infrastrutturali sono pesantemente influenzati dallo sviluppo urbano. Allo stesso tempo, le infrastrutture sono una importante presenza fisica nello spazio pubblico, poiché interagiscono costantemente con le comunità e determinano non solo la struttura della loro vita quotidiana, ma pongono le basi per la loro prosperità. Questa dimensione socio-culturale deve essere concepita come un tipo di servizio che deve essere reso dalla pianificazione delle infrastrutture: la configurazione dell'infrastruttura influisce sulla qualità della vita, determina gli stili di vita e plasma le abitudini dei consumatori.

Per la pianificazione delle infrastrutture è fondamentale identificare e rispondere ai bisogni di tre tipi di azioni: approvvigionare, regolare/erogare e abilitare il vivere comunitario. Come ci suggerisce il framework Envision, l'infrastruttura è organizzata in sei sistemi di base: paesaggio, acqua, rifiuti, trasporti, energia e informazioni. La nostra storia e le nostre competenze ci hanno portato ad occuparci soprattutto di paesaggio, trasporti, acqua ed energia.

 

Paesaggio

L'infrastruttura paesaggistica è un sistema di spazi aperti dentro e intorno alle città, e fornisce una vasta gamma di ‘servizi’ alla comunità urbana. Il paesaggio differisce da altri sistemi di infrastruttura in quanto non è definito dalla sua risposta a una domanda specifica. È un'infrastruttura alternativa, flessibile e con il potenziale intrinseco della sua versatilità. Il paesaggio aggiunge identità locale, offre opportunità di svago, sostiene habitat e processi naturali, fornisce acqua, cibo e risorse materiali, mitiga e compensa gli impatti negativi di altri sistemi infrastrutturali e aumenta la capacità di recupero di una città di fronte a un clima che cambia e eventi meteorologici sempre più estremi.

 

Infrastruttura di trasporto

Le infrastrutture di trasporto comprendono strutture e sistemi per la mobilità di passeggeri e merci. Rappresentano un catalizzatore di base per lo sviluppo, in quanto sono strettamente correlate con le economie urbane e rurali (che alimentano la città). La forte presenza fisica e la conseguente grande impronta sul territorio pongono una serie di sfide: le infrastrutture creano connessioni, ma creano anche barriere non volute nel contesto del mondo naturale e anche nelle comunità locali. Una infrastruttura di trasporto sostenibile deve quindi puntare ad evitare, minimizzare e compensare gli impatti negativi su individui, comunità ed ecosistemi nel corso della sua inevitabile espansione (che risponde alla esigenza di soddisfare la crescente domanda da parte degli utenti urbani). È importante sottolineare che, a nostro avviso, il trasporto sostenibile non può essere considerato indipendentemente dallo sviluppo urbano sostenibile.

 

Infrastruttura idraulica

L'infrastruttura idraulica prevede il trattamento, la raccolta e la distribuzione di acqua potabile, acqua piovana e acque reflue. La disponibilità di acqua potabile e la gestione delle acque reflue sono, storicamente, fattori chiave per la creazione e lo sviluppo di insediamenti umani. L'infrastruttura idrica estrae l'acqua dal mondo naturale e la deve restituire con il minimo impatto. Pertanto, oltre a garantire e ottimizzare le prestazioni di reti e strutture, la pianificazione di infrastrutture idriche sostenibili deve includere la gestione dei bacini idrici e dei processi naturali, al fine di ridurre l'infrastruttura costruita necessaria. Il controllo delle fonti di contaminanti e la ricarica delle acque sotterranee sono un'altra parte dell'infrastruttura idrica, insieme al tentativo di ridurre il consumo complessivo di acqua invece di limitarsi a ingenerarlo. Progettare drenaggi naturali e strategie di raccolta per la gestione delle piogge e delle acque piovane rappresenta una componente essenziale, in particolare negli ambienti urbani in cui sono presenti estese superfici impermeabili all'acqua.

 

Infrastruttura energetica

L'infrastruttura energetica gestisce e converte le risorse naturali disponibili in vettori energetici come elettricità, calore e carburante distribuendoli agli utenti finali. La sicurezza/stabilità energetica è fondamentale per la qualità della vita, lo sviluppo economico e, di conseguenza, la stabilità sociale. La produzione di energia, tuttavia, è attualmente la principale fonte di emissioni di gas serra nel pianeta. Per questo l'energia è al centro degli sforzi per la sostenibilità e la resilienza di questi impianti e del loro indotto. L'infrastruttura energetica sostenibile dovrebbe pertanto garantire un accesso costante e paritario all'energia, promuovendone al tempo stesso l'uso razionale e pratiche efficienti. L’obiettivo è di puntare anche ad utilizzare risorse naturali con capacità rigenerativa, fornendo alternative rinnovabili e a basse emissioni.

t

o

p