INNOVAZIONE

La scuola è wellness

Il nuovo edificio in provincia di Modena firmato Gp Project: green, digitale e colorato

Titty Santoriello

11 MAGGIO 2020
scuola, infrastrutture, sostenibilità e opere pubbliche

Una nuova scuola, colorata, innovativa e antisismica è stata progettata a Frassinora in provincia di Modena. Nascerà in via Don Gnocchi e sarà dedicata agli alunni dalle scuole materne alle medie.

Il polo scolastico, progettato dalla società Gp project insieme all’ingegner Valentina Daffonchio, è un edificio Nzeb (Nearly Zero Energy Buildings), a energia quasi zero e architettura green ed è stato finanziato con 1.200.000 euro dal Miur e con 300 mila euro del Comune.

Progettata con metodologia BIM, la scuola sarà costruita in legno con un sistema platform frame Pablo, ovvero ad energia quasi zero e coibentata con paglia compressa. Di  classe energetica A4, secondo criteri di sostenibilità ambientale che seguiranno i principi del Protocollo ITACA, l’edificio prevede una demolizione della struttura esistente e una ricostruzione.

Secondo la Gp project l’edificio sarà “una vera e propria scuola green costruita in tempi rapidi grazie alla tecnologia BIM, al sistema costruttivo strutturale preassemblato e ai divisori a secco in gessofibra”.  Innovativo anche l’impianto di riscaldamento che sarà costituito da “uno scambiatore di calore collegato alla rete di teleriscaldamento pubblica alimentata a cippato di legna, sostituito, in caso di emergenza, da una caldaia a condensazione alimentata a gas metano”.

La scuola prevede spazi dedicati al wellness sia indoor che outdoor. Le aule saranno grandi con una particolare luminosità grazie a delle ampie vetrate che aprono ad una balconata. Lo stesso accade per la biblioteca digitale che conterrà i device per tutti gli studenti. Nei corridoi ci saranno luoghi dove potranno incontrarsi insegnanti e genitori.  Lo spazio esterno sarà composto da una pista ciclabile e da un’area incontro con panchine colorate, giochi e rastrelliere per biciclette.

L’amministrazione comunale vorrebbe inaugurare la struttura per l’anno scolastico 2020-2021 qualora riuscisse ad evadere tutte le procedure tecniche e costruttive visti i ritardi causati dall’emergenza sanitaria da covid 19.

t

o

p