DIGITALE

Confrontare i prodotti e scegliere la qualità

l progetto della piattaforma BIMReL è un modello unico finanziato dalla Regione Lombardia e pensato da Politecnico di Milano, One Team e Trace Parts, per condividere le informazioni utili a cittadini, costruttori e stakeholder

Titty Santoriello

06 MAGGIO 2020
bim, prodotti, costruzioni, europa, digitale, progettazione e innovazione

Creare un database digitale a disposizione di aziende, progettisti, costruttori e cittadini in cui trovare tutte le informazioni utili sui prodotti da costruzione. È l’obiettivo del progetto BIMReL, cofinanziato dalla regione Lombardia nell’ambito del programma Smart Living (2017-2019 e realizzato in base a un’idea e con il supporto di Politecnico di Milano, One Team Srl e TraceParts Srl.

I partner di questo progetto hanno sviluppato una piattaforma per facilitare la condivisione delle informazioni tra gli operatori del settore edilizio come i produttori, i progettisti, i rivenditori ma anche le imprese, le associazioni di categoria e i proprietari di immobili sia pubblici che privati. Un catalogo per raccogliere in modo strutturato e a norma le informazioni e le schede tecniche di prodotti da costruzione, prodotti impiantistici, arredi e mezzi. In particolare saranno anche disponibili i dati prestazionali, come ad esempio quelli riferiti alle esigenze di sicurezza, efficienza energetica e sostenibilità ambientale, in una logica di gestione del ciclo di vita del prodotto. Sono infatti previste delle sezioni dedicate alle informazioni di sostenibilità (con una sezione dedicata agli indicatori di LCA e ai CAM), alle istruzioni di corretta posa in opera o installazione, movimentazione, trasporto, manutenzione e dismissione.

In concreto nel sistema digitale è presente un database interoperabile open source di prodotti e componenti per edifici, basato sulle schede tecniche collegate agli oggetti BIM, secondo gli sviluppi più recenti delle normative italiane e internazionali. Inoltre la piattaforma contiene un cloud al quale possono accedere molti utenti dai cittadini alle pubbliche amministrazioni, dai progettisti alle società di costruzioni, con accesso alle informazioni del database.

Il portale BimReL si configura quindi come un catalogo innovativo dei prodotti da costruzione. A differenza di altri portali, dove sono le singole aziende a decidere la descrizione dei prodotti, qui i componenti edilizi di tutti i brand vengono trattati allo stesso modo grazie ad una griglia precisa che ne spiega le caratteristiche. "Così si favorisce un confronto leale fra i vari brand - spiega Riccardo Perego, Ad di One Teaminvestendo al massimo sul valore della trasparenza e sulla possibilità da parte dei cittadini e operatori che consultano la piattaforma di poter confrontare in maniera certa i vari prodotti".

Uno strumento utile anche per la Pubblica Amministrazione che ha la possibilità di consultare uno spazio digitale in cui tutti i prodotti possono essere comparabili grazie a dati misurabili. "Un ente localespiega Peregoavrebbe un particolare vantaggio nel consultare il catalogo perché gli permetterebbe di scegliere tra i criteri delle gare d’appalto una modalità che possa premiare prodotti con caratteristiche chiare e comparabili".

Il portale BIMReL può diventare fondamentale per chi si occupa della progettazione: "Pensiamo ad esempio ad un architetto che sta disegnando un grattacielo che contiene cento bagni – riprende Perego - quanto è più semplice scegliere i componenti da un catalogo on-line e trovarseli poi inseriti nel modello con tutte le rispettive schede tecniche già compilate a norma? Gli stessi rivenditori hanno la possibilità di consigliare al meglio i propri clienti mostrando delle schede pratiche di comparazione tra i vari materiali."

Il progetto, oltre ad offrire una rete di servizi, intende promuovere le aziende manifatturiere della Lombardia e del resto di Italia attraverso la visibilità dei prodotti anche all’estero, diffondendo la piattaforma a livello internazionale con la partecipazione dei principali stakeholder e delle associazioni di categoria dei produttori di materiali. La piattaforma, infatti, prevede l’opzione di scegliere il prodotto e di verificarne le caratteristiche con traduzione in cinque lingue diverse: italiano, inglese, francese, spagnolo e tedesco.

La piattaforma è una vera e propria BIM library evoluta che permette di associare tutte le informazioni tecniche dei prodotti agli oggetti BIM in essa presenti. Il suo utilizzo, totalmente gratuito, è pensato per generare e rendere disponibili delle schede tecniche standardizzate già conformi alla UNI 11337-3, norma di riferimento per l’obbligo del BIM in Italia. Un sistema digitale volto alla valorizzazione dei prodotti attraverso interoperabilità, esaustività e trasparenza dell’informazione tecnica.

La sua implementazione prevede alcuni vantaggi anche a livello di fruibilità e di interoperabilità, come, ad esempio l’integrazione di un visualizzatore di file ifc che permette di visualizzare gratuitamente i modelli grafici dei prodotti caricati, in questo modo anche chi non possiede software di modellazione BIM potrà quindi visualizzare da portale il 3D dell’oggetto. É inoltre possibile massimizzare ulteriormente la visibilità dei prodotti caricati direttamente in BIMReL grazie alla opzionale esportazione verso altri portali, a favore della condivisione e interoperabilità.

La piattaforma è già disponibile per tutti coloro che ne facciano richiesta e quanto emerso nel corso della prima fase di sperimentazione è stato reso pubblico ai tavoli normativi UNI e CEN come informativa utile alla normazione digitale BIM nazionale e comunitaria. 

 

t

o

p